Logo Coinbase
Accedi

Cos'è un token?

Diversi token che sembrano ruotare intorno a un grande token dorato

Definizione

In realtà, "token" è solo un altro termine tecnico per "criptovaluta" o "criptoasset". A seconda del contesto, tuttavia, viene impiegato, in modo sempre più frequente, con altri due significati. Nel primo caso è utilizzato per descrivere tutte le criptovalute tranne il bitcoin e l'ethereum che, dal punto di vista tecnico, sono comunque a loro volta token. Nel secondo caso viene impiegato per descrivere alcuni asset digitali gestiti tramite altre blockchain di criptovalute. Ne sono un esempio i token della finanza decentralizzata (o DeFi). I token offrono numerose opportunità; ad esempio, consentono di eseguire scambi decentralizzati e la vendita di articoli rari nei videogiochi. Al tempo stesso, possono essere negoziati e detenuti come qualsiasi altra criptovaluta.

“Token” è un termine che si usa di frequente nel mondo delle criptovalute. Di fatto, dal punto di vista tecnico, tutti i criptoasset possono essere descritti come token. Esiste anche la parola “criptotoken” o denominazioni simili che fanno riferimento al bitcoin. Con l'andar del tempo, però, il termine "token" ha assunto in misura sempre crescente due significati specifici che, dunque, è molto probabile incontrare. 

  • Infatti, il termine "token" si riferisce di frequente a qualsiasi criptovaluta tranne il bitcoin e l'ethereum che, dal punto di vista tecnico, sono comunque a loro volta token. Il bitcoin e l'ethereum sono le due criptovalute più importanti. Il termine "token" è utile e viene impiegato, invece, per denominare tutte le altre monete virtuali. Un'altro termine che potresti incontrare, con lo stesso significato, è "altcoin".

  • L'altro significato, sempre più diffuso, per "token" ha una connotazione ancora più specifica che intende descrivere i criptoasset gestiti tramite la blockchain di un'altra criptovaluta. Questo significato è ricorrente nell'ambito della finanza decentralizzata (DeFi). Mentre una criptovaluta come il bitcoin dispone di una blockchain dedicata, i token DeFi come Chainlink e Aave vengono gestiti o fanno leva su una blockchain esistente, nella maggior parte dei casi la blockchain Ethereum. 

  • I token di questa seconda categoria sono impiegati dalle applicazioni decentralizzate per eseguire numerose operazioni, dall'automatizzazione dei tassi d'interesse alle compravendite immobiliari. Al tempo stesso, possono essere negoziati e detenuti come qualsiasi altra criptovaluta.

Per quale motivo i token sono importanti?

Se fai ricerche sulle criptovalute, incontrerai di frequente questo termine. Pertanto ti sarà utile comprendere alcune connotazioni ampiamente diffuse. Ma oltre alle definizioni a grandi linee a cui abbiamo accennato nel paragrafo precedente, esistono alcune categorie di criptoasset che hanno "token" nel loro nome. Ecco alcuni esempi:

  • Token DeFi Negli ultimi anni è emerso un nuovo mondo di protocolli basati su criptovalute che intendono riprodurre le funzioni del sistema finanziario tradizionale (prestiti e risparmi, assicurazioni e trading). Questi protocolli emettono token che eseguono un'ampia varietà di funzioni. Inoltre, i token possono essere negoziati e detenuti come qualsiasi altra criptovaluta.

  • Token di governance Sono token speciali, impiegati nell'ambito della finanza decentralizzata e progettati per conferire ai loro titolari determinati poteri decisionali in merito a un protocollo o un'app. La decentralizzazione comporta, infatti, l'assenza di un'autorità centrale o di un consiglio di amministrazione. Il celebre protocollo Compound, molto utilizzato per i prestiti, ad esempio emette un token denominato COMP, a disposizione di tutti gli utenti. Il COMP conferisce diritti di voto per l'aggiornamento di Compound, in proporzione al numero di token detenuti.

  • Token non fungibili (NFT)   I token non fungibili rappresentano i diritti di proprietà su un asset digitale o reale attribuiti in modo univoco al titolare. Possono essere utilizzati per rendere più difficoltosa la copia e la condivisione di creazioni digitali. Basta pensare alla quantità di film e videogiochi diffusi in modo illecito tramite i siti Torrent per rendersi conto della problematica. Sono stati impiegati anche per lanciare opere d'arte digitali in numero limitato o per vendere asset virtuali esclusivi, ad esempio gli articoli rari nei videogiochi. 

  • Security token I security token sono una nuova classe di asset che intende rappresentare l'equivalente dei titoli finanziari tradizionali (azioni e obbligazioni) nel mondo delle criptovalute. Vengono utilizzati principalmente per la vendita di quote societarie (analogamente alla vendita di quote, anche sotto forma di frazioni, che avviene sui mercati tradizionali) o per altri progetti, ad esempio di natura immobiliare, senza necessità di un intermediario. Secondo le ultime notizie, importanti società e startup prendono in esame i security token come alternativa potenziale ad altri metodi di finanziamento.

Acquista bitcoin in pochi minuti

Inizia con un minimo di $ 25 e paga con il conto corrente o la carta di debito.